inNatura. Il nuovo numero in edicola e in digitale

Il nuovo numero di inNatura è in edicola e in digitale

0
405

inNatura. Il nuovo numero è in edicola e in digitale


di Daniele Durso

Il nostro trimestrale inNatura è in edicola  e disponibile su questo sito nel formato digitale Come sempre, viaggeremo insieme per visitare tanti angoli della Terra, tra meraviglie e criticità. Cambiamento climatico, bioarchitettura, paradisi naturali nel mondo, scoperte scientifiche, paesaggi urbani da scoprire, riqualificazione ambientale, progetti eco-sociali, lotta alla violenza sugli animali, costituzionalismo ambientale. E poi tante letture, tanti spunti per riflettere sull’equilibrio delle nostre scelte quotidiane e sul futuro del nostro bel Pianeta.

Cercaci in edicola! Puoi anche acquistare qui la tua copia  al prezzo di copertina di 3,90 euro, ricevendola comodamente a casa senza spese di spedizione.  Oppure puoi scegliere di abbonarti per un anno a 12 euro. Solo digitale a 10 euro


inNatura: Approfondimenti e curiosità, in cerca di soluzioni e percorsi.

In questo numero:

BARRIERE PREZIOSE testo e foto di Liliana Adamo
La sfida dei reef alla crisi climatica: perché salvare le barriere coralline dalla CO2. Il racconto straordinario della resistenza della Natura di fronte all’aggressione violenta del cambiamento climatico, tra scienza e letteratura
QUANDO LA GENETICA SI FA POLITICA di Mauro Cotone
Nel XX secolo si consolida la scienza genetica: un lungo percorso che consentirà ai ricercatori di scoprire la struttura del DNA. Due grandi scienziati russi si contesero il campo con vicende alterne. Sullo sfondo, conflitti storico-politici che cambiarono il mondo
ORCHIDEA CIMICINA a cura di Amint
Pianta erbacea e bulbosa, slanciata, alta da 10 cm fino a 40 cm, con fusto piuttosto esile, verdastro alla base e con colorazioni porporine all’apice. Periodo di fioritura da aprile a giugno.
QUANDO MUORE UNA FORESTA di Raissa Crespina
La deforestazione rappresenta una delle maggiori minacce che il nostro Pianeta sta affrontando e ha impatti devastanti non solo sull’ambiente naturale ma anche sulla salute umana
NICCHIE DI SPERANZA di Gennaro Ferrara
Nei pressi di Macerata, la Fondazione Pace e Bene Onlus ha dato vita ad un percorso che unisce tutela dell’ambiente, agricoltura e integrazione culturale e sociale: un progetto prezioso e importante che merita davvero un lungo futuro
PRECAUZIONE E SOSTENIBILITA’ di Enrico Ceci
L’integrazione dei diritti ambientali nelle Costituzioni rappresenta un passo significativo ma è essenziale che questi diritti siano attuati attraverso politiche, leggi e pratiche efficaci
PERVINCA MAGGIORE a cura di Amint
Cresce in prati, incolti, terreni e giardini abbandonati, boschi di la¬tifoglie soprattutto di querce, dal piano fino a 800 m s.l.m. Fiorisce da marzo a giugno e in qualche caso, una seconda volta in settembre e ottobre. Ai fiori della pervinca, e alle sue foglie sempreverdi, è associato il concetto di fedeltà in amicizia e di tenacia del ricordo. Regalare la pervinca significa volontà di lasciare e conservare il ricordo di sé o della persona amata.
TOP CRIME di Carla Siondino
La crudeltà contro gli animali è spesso legata a forme di criminalità organizzata. Ma esistono anche altre forme di aggressività, feroci e ingiustificabili legate anche ad un crescente disagio sociale
L’ARCHITETTURA AI TEMPI DEL GREEN DEAL di Francesco Fantera
Le costruzioni del futuro dovranno essere caratterizzate dalla sostenibilità ambientale. Una necessità impellente, viste le condizioni del Pianeta, che però non tutti percepiscono con la stessa urgenza
CORTE ARBOREA ROMANA di Franco Paolinelli
Gli alberi vivono con noi, fin dai tempi della clava. Li abbiamo portati nelle nostre città e sono diventati la Corte Arborea. Anche questa è una forma di simbiosi: sapremo condurla a buon fine?
CORTINARIUS CAPERATUS a cura di Amint
Tra i pochi Cortinarius commestibili, spicca come un fungo dalle buone caratteristiche organolettiche. Il suo nome deriva dal latino caperatus = corrugato, ossia per il suo cappello grinzoso che ha anche un caratteristico aspetto glassato-micaceo. Buon commestibile, è molto ri¬cercato in alcune regioni italiane dove viene raccolto per la prepa-razione di misti o per essere con¬servato sott’olio.
TENERI LEGNI racconto di Alex Vannini
Quello delle piante è un mondo sensibile, capace di reagire sia alle gentilezze che agli insulti. Storia di un povero ulivo, due protervi olmi, una tragedia sfiorata, una resurrezione e una nuova amicizia.
LA RUBRICA DI FIRMINO a cura di Marco Melillo
“Come addomesticare un umano” di Babas è un divertente manuale strategico per i gatti, ricco di tattiche e suggerimenti su come piegare gli esseri umani alla loro volontà
IL FALSO PORCINO CASTANO a cura di Amint
Una bella boletacea che ama fruttificare negli ambienti ben soleggiati dei boschi di latifoglie. Pur ricordando esteriormente i cosiddetti porcini, ottimi commestibili, è specie da non raccogliere perché sospetta di tossicità, che deve essere meglio indagata. Si trova in estate e in autunno solitario o in piccoli gruppi, nei boschi di lati¬foglie, sotto Quercia, Castagno e Faggio, raramente sotto le conife¬re. Si mostra spesso nelle radure ben soleggiate dei boschi, nei viot¬toli, anche sulla terra nuda.
INTUIZIONI a cura di Fausta Cotone
Italo Calvino è stato uno dei primi autori ad affrontare coraggiosamente la profonda crisi innescata dai problemi legati all’intreccio tra la rapida industrializzazione del nostro Paese e l’inevitabile inquinamento che ne è seguito. Leggere i suoi libri oggi è davvero illuminante su come, attraverso l’arte e la letteratura, i grandi intellettuali siano in grado di prevedere le conseguenze della direzione che una civiltà sceglie di seguire.
UN MANAGER IN GIARDINO di Giancarlo Cotone
Pulizie di primavera… Per molti è la stagione più bella dell’anno, dolce e carica di aspettative. Ma è anche un momento in cui l’agricoltore hobbista deve rimboccarsi le maniche per ripulire il terreno e mettere a dimora le prime colture
LE SENTINELLE DELL’AMBIENTE testo e foto di Roberto Guglielmi
Gli uccelli rapaci – che grazie al loro ruolo di predatori apicali rappresentano la migliore cartina al tornasole dello stato di salute degli ecosistemi naturali – e le scorribande naturalistico-ornitologiche di un napoletano atipico.
IL GENERE CORTINARIUS a cura di Amint (P.Curti e T.Lezzi)
Questo genere di funghi rappresenta, come numero di specie, quello maggiormente rappresentato e diffuso sul territorio italiano. Si tratta di oltre mille specie diverse, simbionti, legate sia alle latifoglie che alle conifere. La caratteristica prioritaria di questi miceti è la presenza di un anello definito cortina, da cui deriva anche la denominazione del genere.
MURI NON MUTI testo e foto di Massimo Iannuccelli
Il Muro rappresenta un elemento separatore di spazio che definisce il suo intorno, il pieno dal vuoto. Ma è anche una mirabile superficie, inizialmente intonsa, che nel tempo ha rappresentato una pagina bianca da decorare
UN COLPO AL CUORE a cura del Comitato Tor Marancia Naturale
La tenuta di Tormarancia, uno spicchio prezioso del Parco Regionale dell’Appia Antica a Roma, ha subìto un attacco durissimo, con lavori di cementificazione che stanno distruggendo un tesoro naturale inestimabile
SGUARDI a cura di Francesco Fantera e Fausta Cotone
Asteroidi insidiosi, mutazioni genetiche positive, la drammatica lotta dei Masai, problemi alimentari, specie protette e tanto altro ancora: sguardi e news da tutto il mondo green.

e molto altro ancora …